ILDS 2015-2017

 

ILDS

Ho trasposto in fotografie ‘The Book of Symbols’, riprendendone alcuni capitoli (‘creazione e cosmo’, ‘mondo vegetale’, ‘mondo umano’, ‘mondo spirituale’).

Il filo conduttore che ho seguito è stata l’eterogeneità delle opere d’arte con cui il libro illustra ogni simbolo (periodi, stili, autori diversi), non c’è scopo narrativo ma solo descrittivo: ogni immagine è realizzata da una selezione testuale adoperata sul libro che ha funzionato come sceneggiatura-didascalia.

Come nel libro ispiratore, a volte ho citato o replicato esplicitamente delle opere d’arte già esistenti, più spesso ho dato una mia lettura.

Ogni immagine è provvista di un suo bozzetto realizzato a mano su carta da lucido andando così a creare una piccola antologia multimediale fuori da uno spazio tempo definito.

I transposed in photos ‘The Book of Symbols’, taking a few of its chapters (‘Creation and Cosmos’, ‘ Vegetable World’ ‘Human World’ ‘Spiritual World’).

The lead-in wire I followed was the hetereogenity of artworks with which the book shows each symbol (different periods, styles, authors). There is no narrative aim, but descriptive one: each image is created from a textual selection made on book that worked as legend-script.

Like in the inspiring book, sometimes I clearly cited or repeated existing artworks, more often I gave my vision.

Each image is provided of a hand made sketch on tracing paper that works to create a small spiritual multimedial anthology out of definite space-time.