A senso unico (2012)

Ero di tuono
e ho udito il silenzio.
La carne debole non cede,
non ho spine – non le temo.
Ho fatto 3 promesse per un viaggio,
designato il cammino
di fronte a me.
Verso il santuario – il mio corpo.
La strada è pronta.
Il codice delle cose protegge,
indica il punto in cui poggerò
i piedi.

Il progetto immagina per tappe, visioni e simboli, un viaggio spirituale e di vocazione che solo in seconda istanza potrebbe portare alla realizzazione di un pellegrinaggio fisico. Prendendo spunto da aneddoti e simboli relativi alle vite di San Francesco d’Assisi e San Giacomo, nonché usando simboli pagani e antichi ho costruito un viaggio spirituale e mentale. Le foto, orizzontali e verticali, si incrociano: tempo sincronico e tempo diacronico, ‘tempo ed eternità’, direbbe  Kierkegard. La probabilità o meno che si realizzi un viaggio vero e proprio diventa simbolo del fatto che il viaggio è per prima cosa esperienza personale e mentale. L’unica cosa certa, in questo cammino, è l’univocità della direzione, metafora del cammino artistico, inteso come creazione ma anche come scelta di vita.

In Fede – video

Il video è la tappa conclusiva del percorso dedicato alla vocazione e al pellegrinaggio. La sincerità e la vocazione in un credo qui si fanno trasparenza, si muovono in visioni immaginifiche a cavallo tra il sogno e la visione.